Tacere.

Tacere.

Imparare a tacere.  

Non tace mai

il bisogno di essere ascoltati.

Non tace mai.

Il passo pesante,

si riconosce l’orma

nelle pozzanghere

quando il segno

ormai cicatrice

rende la pelle

meno sottile

e la Luna più tonda.

Finti gorgheggi

mestizie annoiate

anche polverose.

Alla fine

si spostano con una mano,

semplicemente di lato,

tuite insieme.

Come raccogliere le briciole

sul tavolo: chiuderle

nel pugno.

Buttarle via.

download.jpg

4 risposte a "Tacere."

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...