Scoperta di primavera.

Intanto : Buon proseguimento di primavera.

Oggi ho scoperto questo blog: “nebulaspage.org”- perchè ha apprezzato un mio commento non ricordo ma riguardava la meditazione –  e sono andata a vedere.

Non riesco a condividerlo e viene richiesto di pubblicizzare il nome. L’ho fatto e spero non sia un qualche web-tranello nel quale posso facilmente cadere visto che non ho mai capito l’idiozia del likes per “accumulare punti”, vendere i propri prodotti e quant’altro e semplicemente, come continuerò a fare sempre, metterò likes quando mi piace e m’interessa qualcosa. Punto.

Ecco qui  sotto il testo riguardo la meditazione di codesta “Nebula.org”, tradotto da me.

Mi sembra interessante, molto. Spesso succede – e mai come ora me ne rendo conto perchè grazie al Corona virus ci ritroviamo in moltissimi su zoom a meditare insieme – come la meditazione sia fraintesa e richieda fiducia, sforzo, perseveranza.

La meditazione può farci, come dire, “cristallizzare” in qualche nostra credenza, farci credere che sia chissà che insight, che comprensione, invece è solo una costruzione mentale del momento. Passo dopo passo, con fiducia si dipano molte matasse ma è necessario anche studiare (in effetti lo davo per scontato ma è il caso di inserirlo), lunghi ritiri portano a maggiori comprensioni e forse ci vuole anche quel pizzico di fortuna che ti porta a contatto con qualche maestro che comprende.

E poi il formidabile Ego! Quanti provano e smettono subito perchè, per esempio, il confronto rende difficile proseguire? Il credere di riuscire subito e meglio degli altri ti mette a confronto con il tuo ego e ti fa rifiutare immediatamente questa possibilità, tecnica o come vuoi definirla.

Racconto questo perchè una delle mie ultime esperienze con una persona amica che mi chiedeva un aiuto per provare. Glielo diedi, a malincuore perchè non insegno, suggerii dei testi e dei video. Provò a sedersi ma, chissà come mai… alla terza seduta venne fuori che non capiva cosa facevano stì monaci, seduti come dei pirla. Alla fine, diciamo la tutta: chi medita non fa un cazzo dalla mattina alla sera e può permetterselo. E così smise e non si parlò più di meditazione. Altro fattore che svolge in modo le mansioni dell’ego: imparo e poi insegno! Ah voglio assolutamente insegnare! Come mi disse un grande maestro: “ben pochi amano meditare, voi occidentali appena pensate di aver capito qualcosa volete insegnare e vi confondete nel vostro entusiasmo – nel migliore dei casi – quando l’insegnamento richiede molto più esperienza, pratica, saggezza e, soprattutto: umiltà.”

Non tedio più, ecco il testo:

La meditazione ora è diventata uno stato con cui la maggior parte delle persone ha familiarità, ma quasi nessuno capisce davvero la meditazione. E forse nessuno lo farà perché noi umani tendiamo a vedere qualcosa di divino in esso e quindi a interpretare i nostri interessi in esso. Ci auto-limitiamo, per così dire.

Alla fine, anche la preghiera rientra nella categoria della meditazione. Noi umani comprendiamo che possiamo esercitare una notevole influenza sulla nostra coscienza, il che rende possibile modellarla in base ai nostri interessi, ma come ciò sia possibile rimane un mistero.

Durante la meditazione noi umani abbiamo accesso a un tipo di potenziale energetico a cui normalmente ci viene impedito di avere accesso. Ma da dove proviene questa energia e come possiamo trasformarla in pensieri? Chi o cosa decide quali sono i pensieri che riceviamo e come li elaboriamo? Indovinello dopo indovinello.

La mia opinione personale è che la meditazione è simile al noto istinto, solo nella direzione opposta, ma solo se è possibile elaborare le esperienze in modo strutturato e se non si sprofonda ancora di più nel caos. Coloro che giocano con cose di cui non sanno nulla di solito rischiano più di quanto possano immaginare.

La meditazione non è un giocattolo. La meditazione può persino diventare un’arma che usi contro te stesso.  Si potrebbe dire che può diventare una Dipendenza  della quale però  capisci ben poco.

“Meditation has now become a state that most people are familiar with, but hardly anyone really understands meditation.

And maybe nobody will do that because we humans tend to see something divine in it and then interpret our own interests into it. We limit ourselves, so to speak.

In the end, even praying falls into the category of meditation. We humans understand that we can exert a considerable influence on our consciousness, which makes it possible to shape it according to our own interests, but how this is possible remains a mystery.

During meditation we humans have access to a kind of energy potential to which we are normally prevented from having access. But where does this energy come from, and how can we transform it into thoughts? Who or what decides which thoughts we receive and how we process them? Riddle after riddle.

My personal opinion is that meditation is similar to the well known instinct, only in the opposite direction, but just if its possible to process the experiences in a structured way, and if one does not sink into chaos even more.

Those who play with things they know nothing about usually risk more than they can imagine. Meditation is not a toy.

Meditation can even become a weapon that you use against yourself. The addiction to more of which you understand less and less, so to speak.”

Tradotto come son capace ma non mi pare di aver travisato il senso. Purtroppo in questi incontri su zoom mi è capitato di ascoltare delle traduzioni, come dire, ad uso e consumo del traduttore. Per molto cose basta una virgola o l’intonazione sbagliata per distorcere completamente un senso.

Se avete letto fino a qui: complimenti! Vi ringrazio moltissimo. Vi auguro Buona giornata.

 

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...