Ritiro.

Ritiro.

Ho terminato un ritiro di meditazione on line ieri.  A Barre, Massachusetts con Joseph Goldstein e Sharon Salzberg. Ascoltare la semplicità dell’umiltà e la profonda compassione, un’accoglienza che non incute timore e esiste veramente la possibilità di raccontare la propria esperienza. I risultati della meditazione così come li vedo.

Sto lavorando sul giudizio da tempo ed è assolutamente salutare. Porta una leggerezza e un’accoglienza diverse, nuove, riguardo a tutto ciò che è intorno a noi e ci arriva.

Mi vengono in mente – adesso – le solite parole di chi ignora ma in qualche modo vorrebbe capire. Ci sono mille motivazioni e paure che alla fine lo fanno giustificare con se stesso dicendosi e dicendomi che è difficile, lungo, ci vuole pazienza, costanza, forse qualcuno mi ha scritto anche coraggio.

Scrivevo all’insegnante che “never, never give up”.

Così è. Imparare a non giudicarsi ma ricominciare sempre.

Imparare a non giudicarsi porta a questo. L’attaccamento al mostrare dei risultati per celare la propria incertezza è dato anche dal giudizio, sempre severo, che diamo a noi stessi e al nostro operato. Quante di noi – donne – sono in questa situazione? Situazione interiore che alla fine ci porta a vivere giudicando. Un attaccamento che allontana. La vita come un ossimoro.

La consapevolezza così un nulla, come rugiada.

Ottuplice sentiero: retta visione, retta intenzione, retta parola, retta azione, retto modo di vivere, retto sforzo, retta presenza mentale, retta concentrazione.

Ricominciare sempre, osservare sempre, accogliere sempre, aprirsi  e non giudicare.

Buona giornata.

 

L’immagine è Cape Cod – Massachusetts…un faro…

5 risposte a "Ritiro."

I commenti sono chiusi.