Il baffo..

“Tutto ciò che è profondo ama mascherarsi;
le cose più profonde odiano l’immagine 
e la similitudine.”

F. Nietzsche.

Vero. Anche se il Buddha ama le similitudini – nei discorsi antichi. I paragoni – per chi si “siede” o medita – nei testi antichi sono molto utili e veramente simili all’esperienza che si sta facendo.

Oggi compio 60 anni. Stasera inizio un ritiro on-line.

Ho brindato con un Moet Chandon di mio padre del 1992. Non acido, meno male, odio la champagne “acido”. Per quel che bevo rimarrà in frigorifero – con tappo adeguato – per almeno un mese.

E mi siedo..però oggi mi sono svegliata bene ma con una percezione verso l’eterno/esterno un pò inacidita da sessantenne alla prova con la prima vecchiaia, forse. Chissà.

Quando la mia amica mi ha scritto che se avessi voluto, lei, già in giro (ovviamente…) sarebbe venuta, con le due figlie, fino alla Darsena.

2 letture:

  • che bello, che gentili – la prima.
  • ma che fantastica concessione dell’ego concedersi fino alla Darsena ( erano già in giro ma per loro 400 mt in più dal parco dove portano il cane…. mi inchino..) per i miei 60 anni – la seconda.

Dovrei seguire la prima? Dovrei seguire quella che credo più sincera credo. Sono rimasta male e da cordiale, celata autistica affettiva ringrazio che non avevo la suoneria inserita. Alla fine vorrei..esattamente come è andato il tutto. Solo sfumature che passano. L’impermanenza da osservare.

Avrei dovuto ringraziare per la loro concessione? Anelando quella che mi concederanno per i miei 70? Queste sono le difficoltà quando ci si siede: vengono a galla tante cose che è necessario osservare e modificare.

Tutto è occasione di pratica.

Tutto è occasione per comprendere, per discernere l’amore per se stessi, il rispetto per se stessi – legato all’ego – e l’altro di fronte a noi. L’altro con le sue capacità e il suo ego. Linee di demarcazione – per me apprendista – ancora molto complicate che portano sempre quesiti e che – per il mio background – portano a prediligere un’attenzione verso me stessa più che verso al prossimo, specialmente se falsata da quel solito buonismo così superficiale che ben conosciamo, spesso l’usuale copertura per un’arroganza dell’ego di solito così espansa che risulta sempre noiosa.

Orchidee e auguri cari , chiacchiere affettuose con i pochissimi amici cari.

Similitudini. Ma quando mai un Cristal (Roederer , 40% chardonnay 60% pinot nero e non mi pare poco…difficile come è il pinot nero…) è paragonabile ad una Veuve: mai!!

Auguri per un bellissimo fine settimana. 🌺

10 risposte a "Il baffo.."

  1. undici ha detto:

    4 anni fa ho festeggiato i miei primi 40 anni…ho optato per un seminario di canto armonico con perfetti estranei…talvolta meglio soli che mal…

    Felice 60esimo giorno di rinascita.
    tornerò a leggerti.

    "Mi piace"

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...