Furbesca.

Furbesca è la morte.

Ammantata di stupore

arriva ordinata. Mai approssimativa.

Come in passerella

metastasi colorate

camminano sontuose.

Ieri sono arrivate in testa.

Sei tornata in sartoria.

Spero non ti massacrino di spilli.

Inutili per tenere addosso questo vestito

ormai stracciato.

Tuo figlio attonito.

Come prima volta, come ultima volta.

Torneranno ricordi solari.

Ora solo Luminol: luminoso cavaliere.

Acceca il cuore.

Che buffo,

Siamo così tanti sulla pianeta

per ciascuno è ritagliato un finale personale.

In fondo abbiamo sempre l’ultima parola.

Non possiamo lamentarci.

Vorrei che te ne andassi senza dolore.

Cosi questa mattina mi son venuti di getto questi 4 pensieri per una persona che sta peggiorando e se ne sta andando. Questi blocchi di questo nuovo format di wordpress sono molto scomodi e non riesco a trovare il corsivo. Prima ci ho provato e si è cancellato tuto. Chissà forse un segno ed ho riscritto tutto in modo diverso perchè, di getto, non ricordo nulla. Iniziò con furbesca, sforzesca e “sfarzesca” – questa morte così silenziosa, sempre sfarzosa, suo il finale,sempre in primo piano. Una prima attrice: vuole i fiori alla chiusura del sipario ed è così. Oggi non so se uscirà dall’ospedale. Spero però che ci rimanga poco e non la mettano in intensiva. Per i terminali ci vuole solo accompagnamento. Pochi aghi, molta tenerezza.

6 risposte a "Furbesca."

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...