Da mercoledì..

Da mercoledì 21 ottobre 2020

L’Osservatorio

In Corso di Porta Ticinese 83

per condividere un nuovo punto di vista, presenta:

Progetto d’arte COVID -19

“SI STA COME D’AUTUNNO SUGLI ALBERI LE FOGLIE.”

di Augusta Bariona.

Ogni pezzo rappresenta uno di noi.

Perfetta metafora per questo tempo dove la morte arriva e ci toglie il fiato.

Ogni visitatore potrà scegliere di portarsi a casa uno di questi pezzi di carta e dargli una nuova vita, uno spazio nuovo per un’opera d’arte.

L’incertezza è ora sicurezza che un cambiamento sta avvenendo.

PASSA QUANDO VUOI!

Tutti giorni dalle 11.00 alle 19.30

Questo il testo dell’invito, chiamiamolo così, per passare a vedere, per passare a scegliere. Vedremo chi prenderà un pezzo, anche solo per la solita avidità che contraddistingue il nostro sistema.

Comunque sono contenta, contenta di esporre proprio da un amico che ha un negozio di ottica: per vedere meglio! Mi piace molto questo scambio. ho il timore che arriveranno in molti mercoledì, cosa che non auspico, come si sa, le cose sono ribaltate e preferirei che le persone entrassero così, non dico quasi per caso, ma quasi. Quando vogliono, se vogliono, con molta attenzione non più di 2 per volta.

Sono contentissima di poter installare il progetto!!!

Questi pezzi di carta che rappresentano ciascuno di noi, attaccati al muro in modo instabile, speranzosi di essere scelti per sentirsi confermati nel loro essere opere d’arte. dar loro uno spazio nuovo, unico, apprezzarli come sono.

Ci impastano così tante volte al muro con le panzane come collante!

Ieri ho letto che, finalmente, quell’ignorante, arrogante imbecille di Trump è stato redarguito: é il Presidente (ahimè) degli Stati Uniti d’America!!! Mi è venuto in mente perchè, più che altro, è il Presidente in carica delle falsità.

Come al solito divago.

Panzane e….mi viene in mente la paura.

La paura di vivere delle mia “misera amica” che ha passato la vita a sacrificare la sua ambizione nel lavoro, magari per non surclassare un marito, poverino anche lui, che fa quel che riesce. Una vita fatta dai “sacrifici classici” per noi donne..

La paura di uscire da uno schema che le sembra funzionare, le fa dire tranquillamente – nonostante Lei apprezzi Kavafis e l’idea di non fare della propria vita una stucchevole estranea – che “tanto ancora 3 anni e poi…” . Purtroppo non ce l’ho fatta a stare zitta: ” Ancora 3 anni? Ma cosa ne sai? Ancora 3 anni di vita lavorativa sempre più pesante? Ma cosa ne sai di come sarà e cosa succederà in questi 3 anni? Puoi fare delle scelte adesso? Falle! Agisci! Invece no. La sua immensa Paura la invase e per me fu un grandissimo dolore. Un’animella, con la cervella già fritta.

La ragazza avrebbe potuto fare molto di più ma non si è applicata.

Il peccato di omissione. Omissione d’amore per se stessa. Lo sforzo era ed è sempre stato volto verso l’approvazione famigliare, sociale, globale nel piccolo solerte formicaio delle “belle maniere”.

Espongo tanti piccoli pezzi di carta instabili, quasi impauriti sul muro, mostro il loro coraggio di essere lì e di sapere che potranno cambiare. Un’emozione – il cambiamento – che toglie il fiato. Meglio così che farselo portare via da un virus ed accorgerci che fino a quel momento abbiamo buttato via troppo di noi stessi.

2 risposte a "Da mercoledì.."

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...