L’ampiezza dell’oscurità..

L’ampiezza dell’oscurità

basta un riposino…

 come si fa a descrivere il pensiero notturno di ieri,

non trascritto,

svogliatamente perso tra le pieghe dell’amigdala,

rincorso malamente dall’ippocampo.

L’ampiezza dell’oscurità,

silenziosa,

umida,

quella dentro di noi,

quella che rimane in attesa,

tumultuosa e sorda.

Quella che contiene tutto il senso superfluo dell’io.

Possiamo lasciarlo lì o farlo dilatare

con il desiderio o l’avversione.

Milano, 23 gennaio 2020

Foto scattata con Iphone la domenica di Pasqua a Milano-darsena.

4 risposte a "L’ampiezza dell’oscurità.."

I commenti sono chiusi.