Yoga

Yoga: mi è piaciuto. Questo tipo mi è simpatico. sincero, scorrevole, leggero nelle profondità , profondo nelle leggerezze, Yoga mi è piaciuto.

Scrivo adesso aspettando che cuocia il soufflè-omelette di zucchine con crosta di parmigiano – 60 mesi – non di cottura.. di stagionatura… Mon dieu che battutaccia!

Quindi: non ho molto tempo. E ho fame dopo la palestra mattutina, quasi quotidiana.

Ho appena aperto un bianco di Borgogna stupendo, fresco come si deve, così mi è venuta voglia di scrivere di questo libro – Yoga – di Emmanuel Carrère ( con l’accento come un colpo di pugnale redarguiva Mademoiselle Schiltz, l’insegnante di francese)..mais non! Se fossi mancina sarebbe un coup de poignard!

Vabbè, mettiamo da parte questi flussi di coscienza alla Bloom che mi son soliti e ben conosco.

Questo libro mi è piaciuto, leggerò “Royaume” , il prossimo, tra uno Steiner e l’altro.

E poi mica male il tipo.. un amico geloso ( un ex..) mi ha subito sottolineato che ha le orecchie a sventola…sono certa che è meglio di lui, noioso e nevrotico nella maniera più triste: quella degli ego enormi ma dilatati male, quasi rinsecchiti come avessero la cirrosi.

Questo almeno- l’autore intendo – è un felicemente nevrotico, nel quale si rispecchia qualcosa di me, nonostante i soliti immensi abissi di autodistruzione, ormai ben arginati da robuste risoluzioni… semplificazioni che più di trent’anni di meditazione ti insegnano, ritiro dopo ritiro.

Ho rivisto i ritiri , ho condiviso i pensieri che si hanno durante uno dei primi ritiri, ho apprezzato la consapevolezza dell’enorme ego dell’autore che – come ben sappiamo – è enorme come quello dell’ometto della porta accanto e il mio – ma la fama porta altre complicazioni e mi sono anche fatta quattro risate.

Ho apprezzato come è strutturato il libro – si legge – in un batter d’occhio – forse per me che marcio ( o marcisco🤣🤣🤣🤣?) da trent’anni in queste pratiche. E si ottiene del benessere tangibile nel quotidiano. La meditazione facilita la vita.

Alla fine: ma…chissenefrega del proprio ego più o meno dilatato? Dà fastidio all’invidia di qualcuno? Lo sappiamo e va bene così. Ci si contiene nei limiti del possibile.

Ci si vuole bene. Questo si impara. L’Ego distrugge e l’amare se stessi è ben altra cosa.

Mancano 2 minuti e sforno il soufflè.

YOGA mi è piaciuto. Lui non è male, il Borgogna è delizioso, il soufflè-omelette sarà ottimo, andrò a dipingere nel pomeriggio, non fa caldissimo: una domenica perfetta.

2 risposte a "Yoga"

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...