Meridiani.

Meridiani. Qualcuno mi ha abbonato a Meridiani, bella rivista di Domus con servizi su luoghi in Italia e nel mondo. Non so se sia l’iscrizione al Fai o a qualcosa d’altro perchè il fatto che ci possa essere un qualcuno mi pare strano, impossibile. Non ricevo regali da tempo immemore ( magari non è vero ma doni di questo tipo li faceva un mio zio ma è mancato nel 2005).

Il numero è dedicato a : Il senese e Siena.

Apro a caso e il karma mi presenta:

Santa Caterina

Un’immagine amena. Adoro le reliquie perchè adoro questo tipo di macabro – abbastanza divertente – ma quegli incisivi da castoro li cambierei. Anche perchè nella pagina accanto si vede questa scultura con la Santa in veste di allenatrice di una squadra di calcio ( riporto solo il viso):

Braccia aperte, esultante post- rete

E poi arriva la Cinta. ma la foto è questa e la Cinta senese non la mangerò più:

Bubbolone santo lui!

Lui sì che è sacrificato per causa ( più o meno giusta). Poverino.

Da piccola ci fu la visita a Firenze, Siena, Arezzo. Toscana, rinascimento. Arrivammo in un bell’albergo sul lungo Arno, ricordo, avevo circa 5 o 6 anni, e la prima cosa che feci fu di vomitare tutto nella hall. La nausea da auto, non ricordo se avessi mai avvisato per timore di essere sgridata e il risultato fu disastroso. Ricordo che il vomito si ripetè anche all’ospedale degli innocenti a Siena. Altro disastro. Tornai a Siena dopo vent’anni credo e, meno male, non vomitai.

Infine ho aperto su una bella immagine, un pò mi ricorda quel libro di Fulvio Roiter sulla Toscana di , credo, moltissimi anni fa.

Tutto questo perchè volevo scrivere qualcosa e mettere la reliquia della Santa ( ma la ruota poi l’hanno trovata?) che poi, no, ci ho pensato, che questa è una moda che rimane, pardon, un culto. Perchè con il povero Padre Pio han fatto lo stesso e diventerà come Caterina tra un centinaio d’anni? O le tecniche sono progredite? Suppongo la 2°ipotesi sia la più credibile. E questo lo devo aggiungere proprio: che son devota a Sant’Antonio ma , ecco sì, quando sono entrata a Padova nella chiesa, io davanti alle reliquie ancora ho riso, con tutte quelle falangi, falangine, falangette e rotule e di tutto. Quelli che mi piacciono di più però sono i santi interi sotto gli altari (in teca di cristallo, spesso, purtroppo, impolverata che non si vedono benissimo!!) bardati con vesti lussuose, file di denti intatti e teschio quasi sorridente, le sante di solito son più carucce.

Adesso un futuro Santo dovrebbe curare di più la sua immagine raccogliendo capelli e unghie dopo ogni taglio e postando i momenti di raccoglimento su qualche social. Tanto che ci vuole? Solo un pò di puntualità: ben piazzata le telecamera con il timer, quando si inginocchia parte da sola.

Comunque bello il Senese, ah si , bellissimo.

L’immagine invece è stata scattata a Milano dal cortile della Trattoria San Filippo Neri, l’altro ieri, circa. L’ho inserita perchè mi piace e poi il Santo c’è.

Ho riletto. Lascio così. Giuro che non mi son fatta di niente.

8 risposte a "Meridiani."

  1. auacollage ha detto:

    @Rosalba: mi fa piacere! Puoi immaginare la mia contentezza quando, da piccola, mi portarono in Sicilia per il giro “barocco siciliano”e andammo al convento dei cappuccini di Monreale? Ci tornai , trepidante, qualche anno fa (Palermo sarà tenuta da schifo ma è una città meravigliosa). Era , purtroppo molto più organizzato, ripulito e con percorso. Meno emozionante ma comunque sempre un posto piacevole. 🐲🥷🧟🧟🧟🎚🎚🎚🎚🎚

    "Mi piace"

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...