Di colpo.

Di colpo tranquilla. Mi sono ritrovata senza vecchie ansie inutili e abituali, se non secolari – quelle degli spostamenti, quelle delle tante cose da fare, della lista, così declamata da quella poveretta che ha scritto un libro sulle milanesi e le loro abitudini e mi sembra scritto da chi forse ambirebbe ad essere così.

Non l’ho letto ( mi risparmio, grazie) ma ho letto le recensioni e mi ci ritrovo perfettamente. Quella parte di me nata così e così deve fare, ha una lunga lista di cose e impegni e così è super organizzata e vive – sempre – in uno stato di leggera tensione, se non di ansia vera e propria, ormai cronica quindi non riconosciuta, e a fine giornata ha fatto tutto visto tutti, parlato e organizzato per ripartire il giorno dopo. Tralascio Santa dove ho passato infanzia e adolescenza.

Tutte queste cose le ho mandate a quel paese tempo fa. Non mi può interessare assolutamente una vita quotidiana e sociale dove si scarica la tensione con lo yoga e la si rimette in circolo l’ora seguente.

Ma la pianificazione ce l’hai dentro e quella non ti molla e, nel tuo canvass quotidiano, riesci ad inserire tutto il possibile.

Invece adesso: Basta!! Urrà. Di colpo me ne sono accorta ieri.

All planned. All anxiety is also planned.

Di colpo, ieri mi sono ritrovata tranquilla. Ci sono delle cose da fare. Certo. Arrivano i morti e c’è il cimitero, almeno quello del paesello perchè del nonno e della zia al Monumentale non mi occupo nè ci passo. Ci vanno gli altri, contenti del prestigio milanese.

Di colpo, la sera ho constatato che era stata una giornata pienissima. Dopo aver macinato, volere o volare, un duecentocinquanta chilometri perchè ho l’abitudine milanese di ottimizzare e fare tutto quel che si riesce a fare, tornata a casa ero contenta, non affaticata o sbuffante.

Ero partita senza quella solita tensione che, per esempio, mi porta ad inveire con l’altro autista in macchina o attaccarmi al sedere dell’auto davanti fino a quando non mi lascia la strada libera. Nulla di tutto ciò. E me ne sono accorta dopo, tornata a casa. Avevo fatto tutto con il sorriso sulle labbra.

Di colpo mi sembrava, ieri sera, di aver capito che tutte quelle modalità ansiogene inutili e malsane erano, forse, state debitamente trasmesse da mia madre, sempre ansiosa perchè poveretta, per lei era difficile fare qualsiasi cosa. E da sempre, quando mi accingevo a dover fare qualcosa, zacchetè che compariva l’ansia. Anche quella del dover far bene le cose come quella da bambini, sempre sotto osservazione, alla ricerca dell’approvazione.

Magari avevo con me il suo doppio e, finalmente, se ne è andato anche quello. Fare le cose nel modo più semplice, senza problemi, senza il peso dell’organizzazione e dell’ottimizzazione.

E, ritornando a quel libro – che non ho ancora capito chi l’ha comprato, perchè deve essere una boiata solenne. Quella milanese che, pare, qualsiasi donna ambisca a diventare, non credo sia molto serena passando la vita a “to schedule”, a pianificare, diciamolo, anche una marea di caz.. di cose inutili. Sicuramente vivrà con quell’ansia perenne addosso, un momento leggera, un momento pesante ma che, se sei abituata non ti togli mai. E’ lì, come una seconda pelle.

Di colpo, ieri, mi sono accorta che non ce l’ho più: ma che bello, ma che bella la muta.

Passano gli anni e la consapevolezza di se stessi e del quotidiano porta serenità. C’è una bellezza nel tempo che passa e ringrazio di averla saputa cogliere.

Forse il ciclamino che ho preso è rosso.

Per il cimitero ben 5 vasi di crisantemi bianchi. 2 per il papà, due per la cappella, 1 per i nonni della nonna. perchè al paesello, si sa, c’è la sfilata davanti alle tombe con i commenti e i propri morti vanno ben infiorati.

Una risposta a "Di colpo."

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...